San Marco

Una chiesa interna alla Fuggerei

Originariamente la Fuggerei non aveva una chiesa al suo interno. Gli abitanti frequentavano la vicina chiesa di S. Jakob. Tuttavia, durante la Riforma questa chiesa divenne evangelica. I Fugger, cattolici, si attivarono e fecero costruire nella Fuggerei una nuova chiesa: su incarico degli amministratori Markus e Philipp Eduard Fugger, a partire dal 1580 l'architetto Hans Holl realizzò una semplice chiesa, che nel 1582 fu consacrata all'evangelista Marco. Peculiarità architettoniche: diversamente dalla maggior parte delle chiese cattoliche, la chiesa di San Marco non è orientata a est bensì al tracciato della strada.

Fino alla costruzione della cappella del Santo Sepolcro avvenuta nel 1613 (oggi S. Maximilian), San Marco restò l'unica chiesa cattolica nel sobborgo di S. Jakob. Qui gli abitanti cattolici della Fuggerei potevano partecipare alla Santa Messa. La chiesa può contenere circa 200 visitatori.

Durante il periodo barocco San Marco venne ampliata e ristrutturata. Durante i bombardamenti del 1944 la chiesa bruciò completamente. Nel 1950 fu ricostruita e al suo interno vennero integrati elementi salvati dal rogo o nuovi elementi. Per questo ancora oggi San Marco custodisce alcune opere degne di attenzione, come ad esempio la pala d'altare con una crocifissione di Jacopo Palma il Giovane (intorno al 1595) o l'epitaffio originale per Ulrich Fugger, proveniente da S. Anna, che Adolf Daucher probabilmente realizzò in base a disegni di Dürer. Il soffitto a cassettoni, con lavori d'intarsio degni di essere menzionati, realizzato nel 1550-1560 proviene probabilmente dalla casa della fondazione Fugger presso S. Anna.