Le fondazioni Fugger

Versatile e attivo da 500 anni

La Fuggerei è la più nota delle opere realizzate dalla fondazione Fugger. Nell'atto di fondazione del 1521 fu stabilito di erigere insieme ad essa la cappella dei Fugger a S. Anna e di istituire il posto di predicatore a S. Moritz. Nel corso del XVI secolo furono aggiunte altre fondazioni. Le nove fondazioni complessive sono oggi gestite dall'amministrazione della fondazione Fugger.

La fondazione Holz- und Blatternhaus-Stiftung, numero civico 40 - 42, è stata istituita da Anton Fugger nel 1548. Nelle case corrispondentemente denominate sul terreno della Fuggerei i malati di sifilide venivano curati già ai tempi di Jakob Fugger con una cura a base di legno o mercurio. Anche l'Imperatore Massimiliano fu uno dei pazienti in cura lì. La fondazione finanziava le case, gli strumenti per i trattamenti, i medici e il personale infermieristico e addirittura le cure successive.

Nello stesso anno Anton Fugger istituì la fondazione ospedaliera Waltenhausen. La fondazione sosteneva 25 donne e 25 uomini bisognosi provenienti dalle signorie dei Fugger e i membri poveri della famiglia. In quanto unica fondazione Fugger, giovò quindi anche a membri della famiglia.

La fondazione Schneidhaus-Stiftung, sulla quale Anton Fugger dispose nel suo testamento, dal 1560 finanziò una casa per il trattamento chirurgico gratuito dei pazienti bisognosi. La Schneidhaus non era lontano dalla Fuggerei.

Seguirono l'esempio dei Fugger anche alcuni dei loro dipendenti che si erano arricchiti. In questo modo arrivarono diverse donazioni che furono affidate agli amministratori della fondazione Fugger e che ad oggi vengono ancora gestite lì:

  • Fondazione Veit-Hörl-Stiftung dal 1546
  • Fondazione Dott. Simon-Scheibenhardt-Stiftung dal 1567
  • Fondazione Dott. Johannes-Mylius-Stiftung dal 1595

Oggi le fondazioni hanno scopi in parte fissi e in parte ridefiniti. Ogni fondazione è giuridicamente autonoma e possiede delle quote della silvicoltura e quindi del patrimonio complessivo.